AL DI LÀ DELLE APPARENZE - L'arte italiana degli anni '80

dal 29 febbraio al 28 aprile 2024

una mostra del progetto BinarioArte
in collaborazione con Ponte43 e heart- PULSAZIONI CULTURALI
a cura di Simona Bartolena

INAUGURAZIONE
giovedì 29 febbraio ore 18:30 - ingresso libero

DOVE
vasca espositiva

ORARI DI APERTURA
da martedì a domenica dalle 15 alle 18

BIGLIETTI
€ 5


PRESENTAZIONE DEL CATALOGO 
mercoledì 13 marzo ore 20:30


LA MOSTRA

Troppo spesso etichettati come il periodo dell’effimero e delle apparenze, epoca in cui hanno preso forma tutti i mali della società contemporanea, gli anni Ottanta sono invece un decennio sorprendente, contradditorio e complesso, tutt’altro che liquidabile in un immaginario da televisione commerciale. Analizzarne le tendenze culturali e artistiche non è semplice: gli anni Ottanta sono molto – forse ancora troppo – vicini all’età presente (la distanza aiuta sempre a trovare una chiave di analisi lucida ed oggettiva) e, soprattutto, non sono caratterizzati da movimenti ben riconoscibili e codificati e gruppi di lavoro organizzati. Si evitano le ideologie declamate e i manifesti collettivi. Tutti caratteri che rendono difficile tracciare dei confini precisi, evidenziare delle linee comuni, seguire dei percorsi omogenei.

La mostra segna una nuova tappa del percorso nel secondo Novecento iniziato due anni fa con l’esposizione A sessanta dai Sessanta e proseguito l’anno scorso con 70!.

La scelta degli artisti si è basata sulla volontà di tracciare un itinerario in questo decennio così eterogeneo e poliedrico. Particolare attenzione si è data alla scena artistica di Milano e di Roma, ma non mancano in mostra anche artisti di altra provenienza.

Nella prima metà degli anni Ottanta si assiste a un prepotente ritorno alla pittura. Dopo anni di minimalismo e intellettualismo concettuale si torna a dipingere e a preferire la figurazione all’astrattismo. La pittura, dunque, ha un ruolo da protagonista nell’esposizione, ma non mancano esempi che tendono altrove, con artisti che hanno impiegato linguaggi e strumenti diversi nella loro ricerca.

La mostra presenta più di 40 opere firmate da alcuni dei principali protagonisti della scena artistica del decennio. Come nelle precedenti mostre del ciclo ci si è avvalsi della collaborazione del Museo della Permanente di Milano, che è intervenuto con un importante prestito di lavori di proprietà della collezione, e di quella degli archivi degli artisti e di numerose collezioni private da tutta Italia.